Black Badge è un modo di vivere

“Black Badge è un modo di vivere, un aspetto del marchio Rolls-Royce che si rivolge a chi prende la vita come una sfida, accetta i rischi e non si cura delle convenzioni. Persone animate da uno spirito inquieto, che amano giocare duro e così facendo, cambiano il mondo. Tecnicamente ed esteticamente, Black Badge è l'alter ego di Rolls-Royce: il suo lato oscuro, più assertivo, più sicuro di sé, potente ed esigente. Con Black Badge, abbiamo dato vita alla più autorevole presenza nell’universo delle superlusso. Per il nostro grande marchio, questo è un momento di reale, profonda trasformazione.”

Torsten Müller-Ötvös, Amministratore delegato, Rolls-Royce Motor Cars.

 

Introduzione

Sir Malcolm Campbell, Howard Hughes, Keith Moon, Yves Saint Laurent, Muhammad Ali e il nostro Charles Rolls, per citarne solo alcuni.
Uomini sempre di fretta, animati da personalità irrequiete che li hanno spinti a cambiare il mondo, rendendolo più simile a loro. Mai frenati dalle convenzioni sociali, questi veri e propri demolitori delle convenzioni hanno vissuto sempre al limite, convinti della potenza indomabile dell’essere padroni di sé stessi, spingendosi sempre oltre per realizzare la propria, personalissima visione. Brillanti, coraggiosi, hanno vissuto velocemente, lavorato intensamente e giocato duro.

E per l’appunto i ‘demolitori’ della moderna generazione, sicuri di sé e della propria autonomia, pronti a non cedere ai compromessi e a non voltarsi mai indietro, fanno scelte di vita e di stile simili a quelle dei predecessori.
Percorrono le strade meno battute, vivendo in maniera non convenzionale, inseguendo con assoluta determinazione i propri obiettivi e ricavandone un piacere che semplicemente non conosce limiti.

Per queste persone, la vita è divertimento, e va trascorsa alle loro condizioni.

Quando scende la sera, e la battaglia quotidiana è ormai vinta, queste creature sicure di sé affrontano la notte, la accompagnano in ogni meandro, e prendono tutto ciò che essa ha da offrire come una meritata ricompensa.


Il loro stile di vita è di alto profilo come i loro obiettivi: sono persone estremamente determinate, per le quali ogni simbolo è essenziale. Sono individui sempre più intenzionati a dimostrare il proprio successo mediante una simbiosi tra quel capolavoro che è la loro vita e i marchi che scelgono. 

Nel corso degli ultimi anni, molte di queste persone eccezionali si sono avvicinate al rinnovato marchio Rolls-Royce Motor Cars, che hanno percepito come il più adeguato a riflettere il loro personalissimo stile di vita, proprio come hanno fatto i loro illustri predecessori. 

Abituati a spingersi sempre oltre i propri limiti, hanno invitato Rolls-Royce Motor Cars a fare lo stesso. Entusiasmati dalle infinite possibilità offerte dall’approccio Bespoke, hanno incoraggiato la storica casa automobilistica britannica “a produrre una Rolls-Royce che si distingua da tutte le altre, una Rolls-Royce che non solo soddisfi, e proietti, le nostre inclinazioni, ma che sia fondamentalmente differente – proprio come noi.”

Sempre pronta a rispondere con un'azzeccata opzione Bespoke ai desideri dei suoi clienti, Rolls-Royce Motor Cars, ancora una volta, ha dimostrato di avere tutte le credenziali per confermarsi il marchio leader del segmento delle auto di lusso. Rolls-Royce ha esteso la sua trasformazione ai tratti più squisitamente iconici del marchio per accedere al proprio lato oscuro, più in sintonia con questa particolarissima categoria di persone di successo. 

Il risultato è Black Badge.

 

L'alter ego di una nuova fascia di clientela 

Rolls-Royce Black Badge risponde alle esigenze estetiche più oscure, assertive, confidenti e complesse di questi clienti. Per offrire una reale risposta Bespoke, l’interazione tra marchio e cliente ha avuto un profondo effetto trasformativo sull’estetica e sulla sostanza delle Rolls-Royce Ghost e Wraith. Sono nate la Ghost Black Badge e la Wraith Black Badge.

“Oggi, posso annunciare che Rolls-Royce Motor Cars creerà una serie Bespoke permanente di vetture destinate a una categoria di clienti giovani, motivati, realizzati, pronti a dichiarare al mondo il proprio stile di vita moderno, audace e assertivo”, ha commentato Torsten Müller-Ötvös, Amministratore delegato di Rolls-Royce Motor Cars. “Grazie a una collaborazione senza precedenti con questa nuova clientela, Rolls-Royce ha creato, con la sicurezza che la contraddistingue, i modelli ‘Black Badge’, ai vertici dello stile, del lusso e delle soluzioni ingegneristiche.
Tecnicamente ed esteticamente, ‘Black Badge’ è l'alter ego delle Rolls-Royce Wraith e Ghost: il loro lato oscuro, più assertivo, più sicuro di sé, più potente ed esigente. Con Black Badge, abbiamo dato vita alle più autorevoli protagoniste dell’universo delle superlusso. Per il nostro grande marchio, questo è un momento di reale, profonda trasformazione.”

Giles Taylor, Direttore progettazione di Rolls-Royce Motor Cars, ha commentato: “Creando Black Badge, abbiamo consapevolmente soddisfatto le varie esigenze di questi nuovi clienti, che non soltanto erano alla ricerca di un’immagine alternativa per sé stessi, ma chiedevano anche Rolls-Royce originali in grado di esaltarla. Di conseguenza, lo spirito Black Badge si manifesta attraverso una serie di elementi progettuali accuratamente studiati, che nel loro insieme, esprimono la più lussuosa raffinatezza in chiave dark. Nuovi accenti e tonalità dei materiali si combinano per soddisfare i gusti, in rapida evoluzione, di quei clienti che scelgono un approccio di rottura alle più impegnative sfide della vita”.

Facendo di questo manifesto il loro punto di partenza, i progettisti, ingegneri e artigiani di Rolls-Royce si sono messi al lavoro per introdurre trasformazioni sottilmente diverse nei modelli Ghost e Wraith. L’intento era creare gli alter ego Black Badge di entrambi i modelli, più assertivi e più intensi, diversi l’uno dall’altro così come da quelli di partenza. Ne sono nate due auto che, fin dalla prima occhiata, presentano indizi visivi comuni, altamente indicativi della loro specifica natura. Ma basta andare oltre la superficie per rendersi conto che sono due creature della notte molto diverse tra loro. 

 

La sostanziale trasformazione di un'icona

Oltre alla griglia del radiatore ispirata al Pantheon, il celebre logo con la Doppia R e la statuetta alata Spirit of Ecstasy sono i simboli inconfondibili del marchio Rolls-Royce. Tuttavia, non è la prima volta che queste preziose icone, in circostanze appropriate, hanno accettato di cambiare identità.


Ad esempio, nel 1933, con una mossa che evidenziò la genuina inclinazione Bespoke che fin dai suoi esordi ha caratterizzato la casa costruttrice, lo stesso Sir Henry Royce modificò il logo con la Doppia R, tradizionalmente rosso su sfondo argento, facendolo diventare nero su sfondo argento per non contrastare troppo con la scelta cromatica di clienti di alto profilo, tra i quali il Principe del Galles. 

Anche la leggendaria statuetta Spirit of Ecstasy, nel corso degli anni, ha subito numerose trasformazioni che hanno riguardato sia la forma che i materiali utilizzati. È stata rappresentata, di volta in volta, in piedi e dominante, inginocchiata e piegata in avanti per suggerire prestazioni superiori; è stata realizzata in oro, argento, cristallo e acciaio inox, ingioiellata, illuminata dal basso e dall'interno.

Oggi queste icone, sia la statuetta che la Doppia R, sono ancora protagoniste, questa volta dell’ingresso di Rolls-Royce nella realtà alternativa ‘Black Badge’. A prima vista, sia la Ghost Black Badge che la Wraith Black Badge sono interessate da una trasformazione molto simile.

Trasformazione che parte proprio dalla ‘Flying Lady’, la Signora volante che non cambia forma né posizione o materiale, ma colore, a rappresentare visivamente l’estrema attrazione che le tinte fosche esercitano sui proprietari. Eccola, dunque, tramutarsi in una maliarda in nero lucido, pronta ad attraversare sprezzante, nella notte, il paesaggio urbano. La trasformazione si estende anche agli altri simboli iconici della Ghost Black Badge e della Wraith Black Badge. Il logo con la Doppia R, sulla parte anteriore, su quella posteriore e sulle fiancate di ogni Black Badge inverte lo schema cromatico e diventa argento su sfondo nero, mentre le parti cromate, come la cornice della griglia anteriore, le finiture del baule e delle prese d’aria inferiori oltre ai tubi di scarico, diventano anch’esse scure.


La magia ‘del nero’ di Black Badge arriva fino a terra, grazie ai nuovi cerchi in composito di fibra di carbonio e lega leggera, esclusivi per ciascun modello commissionato di Ghost Black Badge e Wraith Black Badge. Sviluppati da Rolls-Royce in un arco di tempo di quattro anni, i nuovi cerchi presentano 22 strati di fibra di carbonio disposti lungo tre assi e ripiegati su sé stessi in corrispondenza dei bordi esterni del cerchio, per garantire ben 44 strati di rinforzo. Un ulteriore elemento di rinforzo è assicurato dal mozzo forgiato in alluminio per aviazione 3D, unito al cerchio mediante elementi di fissaggio in titanio di grado aerospaziale.

Nella serie Black Badge, il colore nero raggiunge livelli inediti di intensità.
Il nero Black Badge viene creato con strati multipli di vernice e lacca, ripetutamente lucidati a mano secondo il procedimento più rigoroso mai utilizzato per una tinta unita. Il risultato è il nero più profondo, più scuro e più intenso mai visto sulla carrozzeria di un’auto di serie.

Tuttavia, poiché Bespoke è sinonimo di Rolls-Royce, ai clienti sarà naturalmente offerta la possibilità di specificare qualsiasi colore desiderino per gli esterni e le sellerie in pelle della loro Ghost Black Badge o Wraith Black Badge.

 

Nell’abitacolo delle Black Badge: Nessun limite alle lussuose potenzialità offerte dall'alta tecnologia dei materiali aerospaziali

L’abitacolo di un modello Black Badge offre possibilità illimitate; la cifra stilistica è la reinterpretazione in chiave dark del lusso più puro, ispirata dai materiali avanzati per applicazioni aerospaziali utilizzati da Rolls-Royce.

Elemento centrale dell'abitacolo Black Badge è il rivestimento composito in carbonio con anima in alluminio aerospaziale, frequentemente usato per le superfici dei velivoli Stealth. Questo materiale avveniristico è stato reinterpretato dalla casa di Goodwood fino a diventare il più innovativo al mondo nel segmento delle superlusso.

Per creare questo prodotto bellissimo e innovativo, una trama di fili di alluminio per aviazione del diametro di appena 0,014 mm viene pazientemente intessuta prima di essere legata alla fibra di carbonio. La superficie così realizzata, dopo l'applicazione di sei mani di lacca, viene lasciata maturare per 72 ore prima della lucidatura a specchio effettuata a mano. 

Oltre a creare questo esclusivo materiale, si è utilizzato il processo di deposizione fisica da vapore per ottenere un effetto cromatico di scurimento sulle bocchette dell’aria del cruscotto e sulle superfici posteriori dell’abitacolo delle Black Badge. Questo trattamento superficiale è una delle poche tecniche disponibili per modificare cromaticamente parti metalliche, evitando scolorimenti o opacizzazioni nel tempo o in seguito a uso frequente. 

Integrato nel cruscotto si trova l’orologio Black Badge, di recente progettazione, con la punta in arancione delle lancette e il quadrante ornato dal simbolo ‘Unlimited’ dell’infinito, apparso in precedenza sulla celebre Phantom Drophead ‘Waterspeed’, creata nel 2014 in onore dell’autore del record mondiale di velocità sull’acqua, Sir Malcolm Campbell. Come Campbell, anche i proprietari di una Black Badge si rapportano a qualsiasi limite apparente sfidandolo oppure ignorandolo: un tratto celebrato dal logo ‘Unlimited’. 

Lo stesso simbolo ‘Unlimited’ dell’infinito è inoltre ricamato sulle sellerie dei modelli Black Badge, dove il nero della pelle si associa alle vibranti tinteTailored Purple nella Ghost Black Badge e Cobalto Blue nella Wraith Black Badge, sottolineando il carattere moderno dell’abitacolo.

Il tocco finale è dato dall’atmosfera dark creata dall’illuminazione di tipo ‘stellato’ sul cielo interno nero dell’abitacolo, riflessa in tutto l’ambiente dal cruscotto lucido.

 

Sofisticata progettazione e tecnologia Rolls-Royce: in Black Badge la sostanza che sta dietro la forma si manifesta in tanti modi sottilmente differenti

Lo spirito Black Badge rende le auto che ne sono pervase molto diverse tra loro e da tutte le Rolls-Royce precedenti. 

Lanciata nel 2009 e rinnovata nel 2014, la Ghost esprime un concetto esclusivo di potenza: è l’interpretazione più contemporanea della ‘limousine’ Rolls-Royce e attira i ‘creatori di ricchezza’, quegli imprenditori ai quali piace sia stare alla guida sia farsi trasportare. Introdotta nel 2013, la Wraith è invece la massima espressione della Gran Turismo per uomini raffinati che amano guidare. 

Come trasferire a queste due fantastiche vetture l’autentico spirito Black Badge senza nulla togliere alla loro essenza originale? 

“Black Badge ha rappresentato un’entusiasmante sfida per gli ingegneri di Rolls-Royce. Avevamo già in mano il vertice della produzione automobilistica, auto che vengono definite le migliori del mondo", commenta Philip Koehn, Ingegnere Capo di Rolls-Royce Motor Cars. “Eccellenza ingegneristica e leadership tecnologica sono, da ben 112 anni, i valori primari del marchio Rolls-Royce. I modelli Black Badge non fanno eccezione e portano avanti la medesima tradizione. Per noi, era essenziale che il fascino estetico e le aspettative create dalle Black Badge Ghost e Black Badge Wraith si basassero su caratteristiche tecniche superlative. Queste auto dovevano distinguersi l’una dall’altra ma allo stesso tempo, offrire ai rispettivi proprietari qualcosa di sottilmente eppure sostanzialmente diverso dai modelli di partenza, consentendo un’esperienza di guida più briosa e divertente, ma sempre nel più puro stile Rolls-Royce.”

Nella Ghost Black Badge è importante garantire il comfort nel vano passeggeri assicurando il celebre ‘effetto tappeto volante’ tipico di Rolls-Royce. Gli ingegneri di Rolls-Royce hanno saputo sfruttare la flessibilità del motore V12 da 6,6 litri per accentuare sottilmente l’aggressività della Ghost Black Badge. Sottili variazioni apportate alla motorizzazione hanno determinato un incremento della potenza pari a 40 CV (30 kW) fino a un valore complessivo di 603 CV (450 kW) e della coppia pari a 60 Nm (840 Nm) rispetto alla Ghost attuale, mentre le modifiche introdotte nella trasmissione automatica a 8 marce hanno reso più vivace l’erogazione della potenza nella Ghost Black Badge. 

La risposta intuitiva all’apertura del gas, ottenuta grazie alla centralina elettronica, rende ancora più precisa la risposta della trasmissione, che quando l’accelerazione supera il 25%, cambia carattere: le marce si allungano e la cambiata da 200 g/min a 500 g/min avviene più tardi, a seconda del rapporto. Inoltre, lo sforzo sul pedale dell’acceleratore richiesto per scalare le marce è inferiore del 20%, e ciò si traduce in una risposta più pronta della Ghost Black Badge all’azione del guidatore. In frenata, la trasmissione scala le marce con un anticipo di alcuni giri al minuto, incrementando la sicurezza grazie all’azione del freno motore e rendendo così più vivace l’esperienza di guida. 

Le modifiche apportate a sospensioni e sterzo, compresa l’introduzione di nuovi alberi di trasmissione, garantiscono il piacere di una guida al vertice del lusso, spostando leggermente l’attenzione sul guidatore. 

La Wraith Black Badge parte da presupposti molto diversi. 

Con i suoi 623 CV (465 kW), la Wraith era già la Rolls-Royce più potente al mondo, e inoltre, è il modello che più di ogni altro mette il guidatore al centro dell’attenzione. In considerazione, tuttavia, del carattere estremamente determinato del nuovo target di clientela, abituato a spostare sempre più in alto l’asticella delle esperienze di vita, il team ingegneristico di Rolls-Royce ha lavorato con grande impegno per attribuire vantaggi esclusivi a questo già fenomenale coupé fastback. 

Incrementando la coppia (+70 Nm) e associandola alla già elevata erogazione di potenza, a un assetto delle sospensioni pneumatiche completamente ridisegnato, a nuovi alberi di trasmissione e al rinnovato cambio a 8 marce, Rolls-Royce ha reso la Wraith ancora più agile e più orientata al guidatore, preservandone nel contempo elementi dal valore intrinseco quali l’effetto ‘tappeto volante’, tipico di Rolls-Royce.

Anche in questo modello, i perfezionamenti apportati alla trasmissione automatica a 8 velocità hanno reso più brillante l’erogazione di potenza della Wraith Black Badge. 

Anche la Wraith Black Badge si distingue, infatti, per la risposta intuitiva all’apertura del gas. Quando l'accelerazione oltrepassa il 25%, le marce si allungano e la cambiata da 300 g/m a 500 g/m avviene più tardi nell'intervallo dei regimi, a seconda del rapporto. La Wraith Black Badge arriva a pieni giri (6.000 g/min) prima di ogni cambiata se l’acceleratore rileva un’apertura del gas pari all’80-100%. Si assicura così una risposta più pronta, in linea con uno stile di guida vivace che richiede la massima disponibilità del picco di potenza. Inoltre, grazie al carattere intuitivo della risposta dell’acceleratore, ai regimi intermedi (70% - 80% circa), il cambio riceve l’istruzione di adottare uno schema di cambiata più veloce. 

In decelerazione o in frenata, la trasmissione scala le marce con un anticipo di alcuni giri al minuto, incrementando la sicurezza grazie all’azione del freno motore e rendendo più vivace l’esperienza di guida. 

Il risultato è uno spostamento dell’attenzione sul guidatore, e anche, in parte, sulla fisicità dell’esperienza di guida: aumentano la maneggevolezza e la risposta dello sterzo, mentre il comportamento in curva risulta più neutro. Poiché la regolazione dello sterzo dipende dalla velocità, l’auto comunica un maggior senso di sicurezza, anche ad alti regimi, in quanto lo sforzo di sterzata si adegua alla velocità dell’auto.